Skip links
ESTETICA DEL CORPO

Addominoplastica

Sommario

Panoramica

Tempo di procedura

Da 2 a 4 ore

Pernottamento

1 notte

Anestetico

Generale

Tempo di procedura

6 - 9 mesi

Un’Addominoplastica, altrimenti nota come addominoplastica, è una procedura chirurgica che aiuta a creare un contorno addominale più definito. Attualmente è uno degli interventi di chirurgia estetica più popolari al mondo. Questa panoramica dell’addominoplastica sarà in grado di darti un’introduzione all’intervento chirurgico.

Cosa può ottenere un’Addominoplastica?

Lo scopo di un’Addominoplastica è quello di creare un addome più liscio e ben fatto. Il chirurgo lo fa rimuovendo il grasso ostinato e la pelle in eccesso che non può essere persa solo con l’esercizio e la dieta. Dovresti essere consapevole, tuttavia, che un’Addominoplastica non è una procedura di perdita di peso. È più adatto per i pazienti che hanno la pelle in eccesso a causa di una grave perdita di peso o di una gravidanza. Dovresti quindi mirare a raggiungere il tuo peso ottimale prima di prendere in considerazione l’idea di fare un’addominoplastica. Una procedura di addominoplastica può:
  • Rimuove la pelle flaccida dopo una forte perdita di peso
  • Rimuove la pelle o il grasso in eccesso dopo una gravidanza
  • Stringere i muscoli addominali deboli
  • Riparare i muscoli dello stomaco che si sono separati.
Il chirurgo può anche scegliere di includere la liposuzione con l’addominoplastica. Questo perché la liposuzione può aiutare a modellare il corpo in modo più preciso e quindi aiutare a ottenere una figura più formosa. Alcuni chirurghi includono la liposuzione in tutte le loro procedure di addominoplastica e altri no. Vale la pena chiedere al chirurgo se includeranno la liposuzione con l’addominoplastica. Oltre alle modifiche apportate alla tua figura, potresti anche vedere miglioramenti con:
  • Cicatrici
  • Smagliature.

Candidati

Perché fare un’addominoplastica?

È importante essere consapevoli del fatto che un’Addominoplastica non è un tipo di intervento chirurgico per la perdita di peso. Non è quindi una procedura appropriata per te se stai cercando di perdere più peso. I candidati ideali per l’addominoplastica includono pazienti che hanno un peso stabile e stanno cercando di rimuovere il grasso ostinato e la pelle che non possono rimuovere attraverso l’esercizio e la dieta da soli. I candidati ideali per l’addominoplastica includono coloro che:
  • Non sono contento dell’aspetto del loro addome
  • Vuoi rimuovere la pelle o il grasso in eccesso dall’addome
  • Ha i muscoli addominali deboli o deboli che devono essere rafforzati
  • Non sei attualmente incinta o non stai pianificando una gravidanza futura.
Prima di prendere in considerazione l’idea di fare un’addominoplastica, devi assicurarti di essere:
  • Fisicamente ed emotivamente idonei per la chirurgia
  • Non fumare o utilizzare prodotti a base di nicotina per almeno 6 settimane prima dell’operazione
  • Disponibile ad adottare una dieta sana e fare esercizio fisico regolare per mantenere i risultati dopo l’intervento chirurgico
  • Aspettarsi obiettivi realistici dalla tua operazione.

Chi non è adatto per un’addominoplastica?

Perdita di peso

Poiché la chirurgia dell’addominoplastica non è una procedura che aiuta la perdita di peso, i chirurghi raccomandano questa operazione solo per i pazienti che hanno grasso ostinato o pelle in eccesso che non può essere rimossa attraverso l’esercizio o la sola dieta. È necessario essere consapevoli del fatto che una maggiore perdita di peso o aumento di peso dopo l’operazione può influire sui risultati della procedura. Pertanto, ti consigliamo di raggiungere un peso ottimale e stabile prima di fare l’addominoplastica.

Gravidanza

Se sei una donna che sta pianificando una gravidanza, l’intervento chirurgico di addominoplastica potrebbe non essere adatto a te fino a quando non avrai completato la tua famiglia. Questo perché l’intervento chirurgico comporterà il rafforzamento dei muscoli addominali, che si allungheranno durante la gravidanza. Pertanto, avere una gravidanza dopo un’addominoplastica allungherà i muscoli al loro stato pre-operatorio. Questo ti metterà anche a maggior rischio di sviluppare un’ernia se dovessi rimanere incinta.
Procedura

Come viene eseguita una procedura di addominoplastica?

Una procedura di addominoplastica dura spesso dalle 2 alle 4 ore. Prima di sottoporsi alla procedura, è necessario seguire i consigli dati per mangiare, bere e assumere farmaci la sera prima. La procedura prevede i seguenti passaggi:

1. Modulo di consenso

Prima o il giorno dell’intervento, ti verrà fornito un modulo di consenso da firmare dal chirurgo e dall’anestesista. Dopo aver dato il consenso, il chirurgo disegnerà delle linee sul tuo addome e discuterà gli obiettivi della tua addominoplastica.

2. Anestesia

Prima che il chirurgo inizi, il tuo anestesista ti prescriverà l’anestetico. Questo è di solito un anestetico generale, ma può anche essere un anestetico locale con sedazione IV (endovenosa).

3. Incisioni

Esistono diverse tecniche di addominoplastica che il chirurgo può utilizzare. Il tuo chirurgo sceglierà la tecnica più appropriata per te. Le incisioni fatte dipendono dal tipo di addominoplastica che hai. Esistono quattro diverse procedure attualmente utilizzate per la chirurgia dell’addominoplastica:
  • Addominoplastica totale
  • Mini addominoplastica (modificata)
  • Addominoplastica endoscopica
  • Addominoplastica Fleur-de-Lis
Una procedura di addominoplastica completa prevede l’esecuzione di due diverse incisioni: 1. Il primo è realizzato attorno all’ombelico. 2. Il secondo è realizzato lungo la linea del bikini, da un fianco all’altro. Questa è la tecnica “classica” di addominoplastica che colpisce sia la parte superiore che quella inferiore dell’addome. Il chirurgo stringerà i muscoli addominali e rimuoverà la pelle e il grasso in eccesso. È più adatto per i pazienti che hanno recentemente perso molto peso o per le donne che hanno grasso in eccesso, testardo e muscoli deboli dopo la gravidanza. Un’addominoplastica completa non è adatta per i pazienti che stanno pianificando una futura gravidanza poiché la gravidanza allungherà nuovamente i muscoli e invertirà i risultati dell’intervento chirurgico. Sebbene un’addominoplastica completa causi una grande quantità di cicatrici, consente un maggiore miglioramento della forma rispetto a un’addominoplastica mini o endoscopica. Una mini addominoplastica mira principalmente al basso addome. Il chirurgo eseguirà una singola linea di incisione attraverso la linea del bikini (più piccola rispetto a un’addominoplastica completa). Non c’è cicatrice intorno all’ombelico, ma il chirurgo potrebbe allungarlo in una forma diversa. I chirurghi usano questa tecnica quando è necessario rimuovere solo una piccola quantità di pelle e grasso in eccesso. Il chirurgo può o meno stringere i muscoli, a seconda della necessità. Sebbene non sia l’ideale, è un’opzione più adatta per le donne che pianificano una futura gravidanza, ma poiché la gravidanza allungherà i muscoli addominali, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico di revisione se partorirai dopo la procedura. Una mini addominoplastica provoca una quantità minore di cicatrici rispetto a un’addominoplastica completa, tuttavia i risultati finali non sono così efficaci. Per un’addominoplastica endoscopica, il chirurgo eseguirà diverse piccole incisioni nelle seguenti aree:
  1. Intorno alla linea pubica e
  2. Intorno alla base dell’ombelico.
Il chirurgo utilizza quindi una piccola telecamera chiamata “endoscopio” con piccoli strumenti chirurgici attaccati per eseguire la procedura. Questa tecnica è la meno invasiva ed è più adatta a pazienti con addome sporgente e una piccola quantità di pelle in eccesso. È l’opzione migliore nei pazienti per i quali il rafforzamento muscolare è l’obiettivo principale. Questa tecnica provoca cicatrici molto minime che puoi facilmente nascondere. Le tre incisioni fatte in un’Addominoplastica Fleur-de-Lis includono:
  1. Intorno all’ombelico
  2. Su tutta la linea del bikini, da un fianco all’altro
  3. Verticamente al centro dello stomaco.
Questa tecnica è il tipo più estremo di addominoplastica e non viene spesso utilizzata. È più adatto per i pazienti che hanno perso una grande quantità di peso, con conseguente grande quantità di pelle in eccesso. Questo può essere il risultato di un intervento chirurgico di perdita di peso come un bypass gastrico. Questo tipo di addominoplastica provoca una grande quantità di cicatrici ma consente il massimo miglioramento.

3. Chiusura delle incisioni

Dopo che il chirurgo ha rimosso la pelle e il grasso in eccesso e ha rassodato i muscoli, chiude le incisioni. Applicheranno del nastro adesivo e delle cinghie allo stomaco. Possono anche inserire degli scarichi per aiutare a ridurre gonfiore e lividi.

4. Ritorna in reparto

Infine, vieni riportato in reparto per riprenderti dall’anestesia. Dovresti essere in grado di tornare a casa dopo aver trascorso da 1 a 3 notti in ospedale. Potrebbero essere necessarie da 6 a 8 settimane prima che il gonfiore e i lividi diminuiscano prima che tu possa apprezzare tutti i risultati estetici della tua procedura. Il tuo chirurgo discuterà con te le diverse tecniche e ti suggerirà quale procedura otterrà i migliori risultati per il tuo corpo. La loro scelta dipenderà da una serie di fattori, tra cui:
  • La quantità di pelle e grasso in eccesso sull’addome.
  • L’elasticità della tua pelle.
  • Il tono dei muscoli sottostanti.
  • Il tuo risultato desiderato.
Può essere difficile per te determinare quale tipo di procedura di addominoplastica sia giusta per te. Il chirurgo discuterà quale procedura consentirà di ottenere i migliori risultati possibili.
La tua consulenza

Cosa devo aspettarmi durante la mia consulenza?

Incontrerai il tuo chirurgo per un consulto di addominoplastica che di solito durerà da 15 minuti a un’ora. Durante questa consultazione, il chirurgo discuterà tutti gli aspetti dell’intervento chirurgico e risponderà a qualsiasi domanda tu possa avere. Nel valutare quale tecnica di addominoplastica è più adatta al tuo corpo, il tuo chirurgo considererà quanto segue:
  • La quantità di pelle e grasso in eccesso che hai
  • L’elasticità della tua pelle
  • Il tono e la forza dei muscoli dello stomaco
  • Tutte le condizioni mediche passate e attuali che hai
  • Se stai pianificando una gravidanza in futuro.
Dopo che il tuo chirurgo ha preso la tua storia medica, scatterà anche alcune fotografie del tuo addome per la tua cartella clinica. Discuteranno quindi di quanto segue:
  • I tuoi obiettivi per la procedura
  • I rischi e le complicazioni di un’Addominoplastica
  • Il probabile esito del tuo intervento chirurgico
  • Il tuo attuale uso di farmaci (inclusi farmaci prescritti, da banco e a base di erbe)
  • Il tuo consumo di fumo, alcol e droghe ricreative
  • Eventuali interventi chirurgici precedenti.

Domande da porre durante il consulto di addominoplastica

Il tuo tempo di consultazione è la migliore opportunità per te di essere il più onesto possibile con il tuo chirurgo. Dovresti essere sincero su ciò che vorresti ottenere dall’intervento chirurgico. Ciò consentirà al chirurgo di esplorare se ciò è possibile o meno. Alcune domande importanti che potresti voler porre al tuo chirurgo includono:
  • Sono un buon candidato per un’Addominoplastica?
  • Pensi che quello che voglio ottenere sia realistico?
  • Cosa posso fare per ottenere i migliori risultati?
  • Come cambieranno i miei risultati nel tempo?
  • Hai delle foto prima e dopo di precedenti interventi di addominoplastica che hai eseguito?
I nostri chirurghi vogliono aiutarti a ottenere i migliori risultati possibili dalla tua addominoplastica. Essere onesti durante la tua consultazione li aiuterà a farlo.
Rischi e complicazioni

Quali sono i principali rischi di addominoplastica?

È importante informarsi sui potenziali rischi e complicazioni dell’addominoplastica. Questo assicurerà che tu prenda una decisione pienamente informata prima di sottoporti all’intervento chirurgico. I seguenti rischi e complicazioni di addominoplastica includono:

Complicazioni chirurgiche e anestetiche generali

Tutti gli interventi chirurgici comportano alcuni rischi comuni. Questi includono (ma non sono limitati a): formazione di coaguli di sangue, vomito e nausea, perdita di sangue, infezioni e problemi con l’anestesia. Sarai informato di tutti i possibili rischi prima di sottoporti a un intervento chirurgico e verrà fatto ogni sforzo per prevenire eventuali complicazioni.

Siero

Un sieroma è una sacca di liquido che si accumula sotto la pelle. Questo di solito si sviluppa sotto o intorno al sito di incisione. Per ridurre il rischio di sviluppo di un sieroma, il chirurgo può posizionare dei drenaggi nell’addome per drenare l’accumulo di liquidi in eccesso. Se il tuo chirurgo li tiene in posizione dopo l’intervento chirurgico, ti darà istruzioni specifiche su come prenderti cura di loro al meglio.

Sanguinamento, lividi ed ematomi

Dovresti aspettarti di sperimentare qualche lieve livido e sanguinamento dopo l’intervento chirurgico. In alcuni casi, potresti riscontrare un’emorragia più eccessiva. Qualsiasi sanguinamento maggiore di solito si verifica durante la procedura e il chirurgo lo risolverà immediatamente. Tuttavia, può occasionalmente verificarsi poche settimane dopo. Se ciò accade, potrebbe essere necessario un ulteriore intervento chirurgico. Con il tempo, le cose dovrebbero stabilizzarsi ed è improbabile che influisca sui risultati del tuo intervento chirurgico.

Necrosi di tessuti, pelle o grasso

Durante una procedura di addominoplastica potrebbe esserci qualche interruzione dell’afflusso di sangue in alcune aree. Ciò può comportare una perdita di afflusso di sangue alla pelle, al grasso e ai tessuti dentro e intorno allo stomaco. Se l’interruzione è abbastanza grande, può provocare “necrosi”, che è la morte e la perdita di tessuto, pelle o grasso. A seconda della quantità di tessuto interessato, il danno può risolversi entro poche settimane o potrebbe essere necessario un ulteriore intervento chirurgico minore per rimuovere il tessuto morto. Il fumo aumenta il rischio di necrosi. È per questo motivo che consigliamo vivamente di smettere di fumare almeno 6 settimane prima e dopo l’intervento chirurgico.

Infezione

È necessario prendere sul serio le infezioni se si verificano. Sono spesso lievi infezioni della ferita che il chirurgo può curare con un breve ciclo di antibiotici. Raramente, l’infezione può diffondersi e diventare più grave. In questo caso, potrebbe essere necessario tornare in ospedale per il trattamento.

Estetica

C’è sempre il rischio che tu possa essere insoddisfatto dei risultati estetici del tuo intervento chirurgico. Consigliamo quindi ai pazienti di scegliere con attenzione il proprio chirurgo e di assicurarsi che comprenda appieno le vostre aspettative.

Cambiamenti nella sensazione della pelle (danni ai nervi)

Durante un’addominoplastica potrebbe esserci qualche danno all’afflusso di nervi nell’area addominale. Ciò potrebbe farti sentire un aumento o una diminuzione della sensazione in alcune parti dello stomaco o (raramente) nella parte superiore delle cosce. Potresti anche provare strane sensazioni come formicolio o bruciore. Questi cambiamenti sono spesso temporanei e dovrebbero risolversi pochi mesi dopo la procedura. Possono, tuttavia, diventare permanenti.

Cicatrici

Le cicatrici sono un risultato inevitabile di tutti i tipi di procedure di addominoplastica. Ove possibile, il chirurgo posizionerà le linee di incisione nelle aree meno visibili. Alcuni pazienti possono presentare cicatrici più gravi come cicatrici cheloidi o ipertrofiche. Questi pazienti, tuttavia, ne sono spesso consapevoli prima dell’intervento chirurgico. Il tuo chirurgo può darti consigli specifici su come ridurre l’aspetto delle tue cicatrici. La scelta di un chirurgo altamente esperto e qualificato ridurrà il rischio di sviluppare una qualsiasi delle complicazioni di cui sopra. Questo è uno dei motivi per cui è importante scegliere con attenzione il chirurgo. È essenziale seguire i consigli pre e postoperatori del chirurgo per ridurre ulteriormente il rischio di complicanze.
Prepararsi per il trattamento

Come posso prepararmi per un’Addominoplastica?

Una procedura di addominoplastica è un intervento chirurgico importante e, pertanto, ci vorrà del tempo prima di riprenderti completamente. È quindi sensato pensare alla preparazione dell’addominoplastica prima di iniziare la procedura. Dovresti concederti abbastanza tempo per riposare e guarire dopo l’intervento chirurgico.
Di seguito puoi trovare alcuni consigli per la preparazione dell’addominoplastica:

Lavori domestici

Potrebbe essere utile svolgere le faccende domestiche come il bucato e portare via i bidoni prima di iniziare l’operazione. Potresti voler posizionare oggetti dell’armadio difficili da raggiungere come tazze e piatti sul ripiano della cucina in modo da non sforzare le tue incisioni cercando di prenderli.
Poiché non sarai in grado di fare alcun sollevamento pesante subito dopo l’operazione, potresti voler fare un grande negozio di alimentari in anticipo e preparare alcuni pasti per il congelatore.

Bambini e animali domestici

Poiché avrai bisogno di riposare bene dopo l’intervento chirurgico, dovresti chiedere ad amici e familiari di aiutare a prendersi cura dei bambini e degli animali domestici durante il periodo di recupero.

Dieta

Mantenere una dieta sana ti aiuterà durante il tuo recupero. Cerca di mangiare cibi ad alto contenuto proteico e a basso contenuto di sodio, tra cui molta frutta e verdura. Idrata bene il tuo corpo bevendo molta acqua ed evitando le bevande con caffeina.

Abbigliamento

Indossa abiti comodi e facili da indossare durante il recupero. Scegli magliette che si allacciano facilmente davanti o dietro, che si infilano facilmente nei pantaloni e si infilano le scarpe. Dovrai indossare un indumento compressivo dopo la procedura di addominoplastica. Le istruzioni per questo, incluso per quanto tempo indossarlo, ti saranno fornite dal tuo chirurgo.

Dormi

Avrai bisogno di riposarti molto dopo l’operazione. Potrebbe essere comodo per te dormire con un sostegno per i primi giorni dopo l’intervento chirurgico, quindi assicurati di avere un sacco di cuscini extra sul tuo letto! Cerca di riposare e dormire sulla schiena in posizione inclinata per 1 o 2 settimane dopo l’operazione. È anche importante non dormire a pancia in giù per le prime 6 settimane dopo l’addominoplastica.

Organizzazioni di viaggio

Dato che non sarai in grado di guidare subito dopo l’intervento, dovresti fare in modo che un familiare o un amico ti accompagni a casa dopo l’operazione. Il tuo consulente per l’assistenza ai pazienti Avrupamed può anche aiutarti con l’organizzazione del viaggio!

Il tuo chirurgo ti darà consigli specifici su come prepararti al meglio per un’Addominoplastica .

Dopo cura

Cosa posso aspettarmi dopo un’addominoplastica?

Il tuo chirurgo ti fornirà i dettagli su cosa aspettarti dopo aver eseguito la procedura di addominoplastica. È molto importante seguire i loro consigli specifici per l’addominoplastica.

Cosa succede dopo un’addominoplastica?

Dovrai trascorrere da 1 a 2 notti in ospedale per un attento monitoraggio. Prima di andare a casa, il chirurgo organizzerà un appuntamento in modo che tu possa tornare entro poche settimane per rimuovere i punti (se non sono solubili). Potresti non essere in grado di guidare per 5 giorni o 2 settimane dopo l’intervento, a seconda del consiglio del tuo chirurgo. Devi, quindi, organizzare che qualcuno ti riporti a casa dopo l’intervento chirurgico.

Assistenza generale

È molto importante seguire le istruzioni per l’addominoplastica fornite dal chirurgo, compresi i consigli specifici su come prendersi cura di eventuali drenaggi con cui si viene mandati a casa. Per ridurre il rischio di formazione di coaguli di sangue, dovresti iniziare a camminare leggermente il prima possibile. I chirurghi raccomandano inoltre di rimanere flessi ai fianchi per i primi giorni dopo l’intervento chirurgico ed evitare di raddrizzare il busto. Ciò ti impedirà di esercitare uno sforzo aggiuntivo sui siti di incisione chirurgica.

Doccia e bagno

Il tuo chirurgo ti darà consigli specifici su quando potrai fare la doccia e il bagno dopo l’intervento. Alcuni chirurghi potrebbero permetterti di fare la doccia subito, mentre altri potrebbero chiederti di aspettare fino a 48 ore dopo l’intervento. Dopo il lavaggio, asciuga accuratamente le linee dei punti con un asciugamano o un asciugacapelli. Dovresti anche evitare vasche idromassaggio e saune per almeno 4 settimane.

Cura delle cicatrici

Quando si tratta di cura delle cicatrici, ci sono una serie di tecniche che il chirurgo può consigliare che possono aiutare la guarigione delle cicatrici dopo l’intervento chirurgico. Questi includono:
  1. Massaggiare le cicatrici: se il chirurgo lo consiglia, dovresti iniziare solo dopo che l’incisione è completamente guarita e la crosta scompare da sola.
  2. Fogli, gel o creme in silicone: usalo sulla cicatrice da 6 mesi a 1 anno una volta che è completamente guarita.
  3. Tenere le cicatrici al riparo dal sole e utilizzare una crema solare ad alto fattore. Questo aiuta a evitare le differenze di colore della pelle e a proteggere la pelle danneggiata.

Tornare al lavoro

Se hai un lavoro d’ufficio, i chirurghi spesso consigliano di prenderti almeno 2 settimane di pausa dal lavoro. Se il tuo lavoro include attività fisica, ad es. cameriera, il solito consiglio è di prendersi almeno 3 o 4 settimane di assenza dal lavoro. In ogni caso, dovresti cercare di evitare anche i lavori leggeri per almeno 2 o 4 settimane.

Sport ed esercizio fisico

Il tuo chirurgo ti dirà quando sarai in grado di riprendere i tuoi sport regolari e di esercitare di nuovo. Tuttavia, in generale, consigliamo quanto segue:

Settimane da 1 a 2

Raccomandiamo di non fare esercizio durante questo periodo poiché anche attività aerobiche minori possono causare gonfiore. Tuttavia, dovresti fare delle passeggiate leggere per prevenire la formazione di coaguli di sangue. Ti consigliamo inoltre di evitare l’attività sessuale per almeno 2 settimane poiché ciò può anche aumentare il gonfiore e le ecchimosi. Assicurati di non alzare le braccia sopra le spalle, di spingere qualcosa o di sdraiarti a pancia in giù.

Settimane dalla 2 alla 4

Dopo 2 settimane, dovresti essere in grado di riprendere un’attività cardio molto leggera come camminare su un tapis roulant.

Settimane da 4 a 8

Dopo 4 settimane, potresti riprendere attività più vigorose come il ciclismo, ma nulla che comporti sollevamento di carichi pesanti o sport di contatto.

Dopo 8 settimane

8 settimane dopo la procedura di addominoplastica dovresti essere in grado di riprendere tutti gli sport e le attività.

Indumento post-operatorio

Una parte importante della cura post-addominoplastica consiste nell’indossare un indumento compressivo post-operatorio. Questo è un corsetto stretto che deve essere indossato intorno all’addome per aiutare a ridurre il gonfiore dopo l’intervento chirurgico. Il chirurgo ti darà consigli molto specifici per quanto tempo indossare l’indumento, ma la maggior parte dei chirurghi richiede di indossarlo giorno e notte per 4-6 settimane, rimuovendolo solo per fare il bagno.

Risultati finali

Ci vorrà del tempo prima che tu possa vedere i risultati finali del tuo intervento chirurgico. Avrai lividi e gonfiore intorno all’addome per le prime 6-8 settimane. Una volta che tutto il gonfiore e i lividi si sono calmati, puoi iniziare a vedere i risultati completi e permanenti della tua addominoplastica. Tuttavia, dovresti essere consapevole del fatto che possono essere necessari dai 6 ai 9 mesi prima che tutto si sistemi completamente. Al fine di preservare i risultati dell’intervento chirurgico il più a lungo possibile, è importante fare del proprio meglio per mantenere un peso stabile attraverso un regolare esercizio fisico e una dieta sana.
Domande frequenti

Domande frequenti sull’addominoplastica

È importante che tu riceva risposte a tutte le domande che hai sul trattamento in modo da poter prendere una decisione pienamente informata. Questa pagina delle domande frequenti sull’addominoplastica risponde ad alcune domande comuni che i pazienti hanno.

Che effetto può avere l’assunzione di droghe ricreative sulla mia addominoplastica?

Fumare, avere un BMI elevato, bere grandi quantità di alcol e assumere droghe o farmaci sono tutti fattori che possono aumentare il rischio di complicanze che si verificano durante e dopo l’intervento chirurgico. Il fumo in particolare può ritardare il tempo necessario alla guarigione delle ferite e quindi aumentare il rischio di sviluppare infezioni della ferita. Devi quindi smettere di fumare per un minimo di 6 settimane prima e dopo l’operazione.

Ho bisogno di un medico di riferimento per un’Addominoplastica?

Non hai bisogno di un rinvio dal tuo medico di famiglia per avere un’Addominoplastica. Il tuo chirurgo può tuttavia contattare il tuo medico di famiglia in modo che possa ottenere da lui la tua storia medica completa.

Quanto tempo dopo la gravidanza devo aspettare prima di fare un’addominoplastica?

I chirurghi di solito consigliano di attendere 6 mesi dopo la gravidanza prima di sottoporsi a un’addominoplastica. Questo perché possono essere necessari circa 6 mesi prima che i muscoli addominali allungati si riprendano dopo il parto.

Posso rimanere incinta dopo aver fatto un’addominoplastica?

Dovresti completare la tua famiglia prima di prendere in considerazione l’idea di fare un’addominoplastica. Questo perché una gravidanza allungherà nuovamente i muscoli che il chirurgo stringe durante la procedura, invertendo quindi i risultati.

Quale effetto avrà l’aumento o la perdita di peso sui risultati di un’addominoplastica?

Lo scopo di un’Addominoplastica è quello di rimuovere il grasso in eccesso e la pelle che non è possibile rimuovere attraverso l’esercizio e la dieta da soli. Non è un trattamento per favorire la perdita di peso e quindi è necessario raggiungere il peso ottimale prima di sottoporsi a un intervento chirurgico. Un’eccessiva perdita di peso dopo l’operazione produrrà una pelle flaccida in eccesso che può influire negativamente sui risultati dell’intervento chirurgico. Allo stesso modo, un aumento di peso eccessivo dopo un’addominoplastica allungherà la pelle e i muscoli addominali. Ciò comporterà la perdita del tono muscolare e della compattezza che è stata raggiunta con la chirurgia, influenzando così i risultati estetici a lungo termine della procedura. L’effetto che questo ha dipende dalla quantità di peso che perdi o guadagni, ma piccole modifiche non dovrebbero influenzare i risultati.

I risultati di un’Addominoplastica sono permanenti?

Man mano che invecchiamo, i nostri corpi continuano a cambiare e la nostra pelle continua a perdere la sua elasticità. Nonostante ciò, i risultati di un’addominoplastica dovrebbero durare molti anni. I risultati dureranno più a lungo se eviti la gravidanza e grandi cambiamenti di peso. Il tuo chirurgo Avrupamed farà del suo meglio per ottenere i risultati migliori e più duraturi possibili.

L’addominoplastica eliminerà le smagliature?

A seconda della procedura che si esegue, l’irrigidimento dei muscoli addominali e l’asportazione della pelle in eccesso possono ridurre la comparsa di smagliature in alcuni pazienti, tuttavia questo non è l’obiettivo dell’intervento chirurgico. Non devi quindi aspettarti che ciò accada.

Cosa accadrà al mio ombelico dopo un’addominoplastica?

In ogni caso, manterrai il tuo ombelico originale. Tuttavia, in particolare quando si esegue un’addominoplastica completa, sarà necessario creare un nuovo foro nella parte più alta della pelle del busto. Ciò potrebbe portare l’ombelico in una posizione più alta rispetto a prima.

La liposuzione sarà inclusa nella mia addominoplastica?

L’uso della liposuzione durante un’addominoplastica può aiutare a modellare la forma dell’addome. Alcuni chirurghi scelgono di includere la liposuzione nelle loro procedure e altri scelgono di non farlo. Questa scelta dipenderà dalle vostre esigenze personali e dalla pratica regolare del chirurgo. Vale la pena chiedere al chirurgo se includeranno la liposuzione. Se hai altre domande che non compaiono in questa pagina delle domande frequenti sull’addominoplastica, chiama uno dei nostri consulenti per l’assistenza ai pazienti in modo che possano aiutarti a rispondere per te.