Skip links
ESTETICA DEL SENO

Allargamento del seno

Sommario

Panoramica

Tempo di procedura

Da 60 a 90 minuti

Pernottamento

0 - 1 notte

Anestetico

Generale

Tempo di procedura

2 - 9 mesi

Un ingrandimento del seno, noto anche come aumento del seno o mastoplastica additiva, è una delle procedure cosmetiche più comunemente eseguite al mondo. I pazienti spesso lo chiamano un “lavoro di tette”. È importante che tu abbia una buona comprensione dell’intervento chirurgico prima di iniziare il trattamento. Questa panoramica dell’ingrandimento del seno ti fornirà un’introduzione alla procedura.

Cosa può ottenere un ingrandimento del seno?

Un ingrandimento del seno mira a migliorare le dimensioni e la forma del seno dando loro un aspetto più pieno e sagomato. Il chirurgo può utilizzare una protesi mammaria per l’ingrandimento, oppure può utilizzare la liposuzione per rimuovere il grasso da una parte del corpo, quindi trasferire quel grasso al seno. Se un chirurgo usa il grasso per ingrandire il seno, si parla di ingrandimento del seno mediante trasferimento di grasso o “lipofilling”. Puoi scegliere di avere un ingrandimento del seno se desideri:
  • Ripristina il volume del seno dopo l’invecchiamento, la perdita di peso o la gravidanza
  • Crea una forma del seno più sagomata
  • Bilancia un’asimmetria del seno
  • Aumenta la tua autostima.
Sebbene un ingrossamento del seno possa migliorare la forma del seno, non può correggere un grave cedimento (ptosi mammaria). Un sollevamento del seno, chiamato anche mastopessi, è una procedura più adatta per i pazienti con grave cedimento. Il chirurgo può tuttavia scegliere di combinare l’ingrandimento con un sollevamento per ottenere un risultato esteticamente più gradevole.

Candidati

Chi sono i candidati ideali per un ingrandimento del seno?

La chirurgia dell’ingrandimento del seno può essere un’opzione per le donne che cercano di migliorare le dimensioni e la forma del loro seno. I candidati ideali per l’ingrandimento del seno includono coloro che sono:
  • Più di 18 anni
  • Non sei incinta o allatta al seno
  • Realistico con le loro aspettative
  • Fisicamente sano
  • Preparato emotivamente per la chirurgia
  • Insoddisfatto dell’aspetto attuale del loro seno
  • Non fumatori o coloro che non hanno fumato o utilizzato prodotti a base di nicotina per almeno 6 settimane prima dell’intervento chirurgico.

Perché avere un ingrandimento del seno?

Le donne potrebbero voler avere un ingrandimento del seno per i seguenti motivi:

Cosmetico

Un ingrossamento del seno dona al seno un aspetto più pieno e sagomato. Le donne possono scegliere di farlo per migliorare la forma e le dimensioni del loro seno. Un ingrossamento del seno può:
  • Ripristina il volume del seno che potrebbe essere andato perso con l’invecchiamento
  • Migliora la forma e le dimensioni del seno dopo la gravidanza
  • Bilancia una differenza nelle dimensioni del seno dopo la perdita di peso
  • Correggere l’asimmetria tra i seni
  • Aumenta l’autostima
È importante essere consapevoli del fatto che, sebbene un ingrossamento del seno possa migliorare la forma e le dimensioni del seno, non può correggere seni gravemente cadenti. Per il seno cadente (chiamato anche ptosi mammaria), un sollevamento del seno sarebbe un’opzione migliore. Il chirurgo può scegliere di combinare un ingrandimento del seno con un sollevamento del seno per ottenere i migliori risultati.

Ricostruzione del seno

La chirurgia dell’ingrandimento del seno può anche essere un’opzione per le donne che sono state colpite da cancro al seno. Il trattamento per il cancro al seno può comportare la rimozione di uno o entrambi i seni (una procedura chiamata mastectomia). Una mastectomia può anche essere eseguita come misura preventiva per le donne ad alto rischio di sviluppare un cancro al seno in futuro. Le donne che hanno subito questo intervento chirurgico, potrebbero volere un ingrandimento del seno per ripristinare la forma del seno. Se stai pensando di avere un ingrandimento del seno, puoi aumentare la tua idoneità alla chirurgia ottimizzando la tua salute. L’esercizio fisico regolare, una dieta sana, smettere di fumare e ridurre l’assunzione di alcol sono tutti modi per aumentare le possibilità di un intervento chirurgico!
Procedura

Come viene eseguita una procedura di ingrandimento del seno?

Una procedura di ingrandimento del seno dura spesso tra 60 e 90 minuti. Prima dell’intervento chirurgico, è necessario seguire le indicazioni fornite per mangiare, bere e assumere farmaci la sera prima. La procedura prevede i seguenti passaggi:

1. Modulo di consenso

Incontrerai il tuo chirurgo e anestesista per firmare il modulo di consenso. Ciò accadrà il giorno dell’intervento o durante la valutazione preoperatoria una settimana prima. Dopo aver acconsentito, il chirurgo disegnerà segni sull’area da trattare e discuterà gli obiettivi esatti dell’intervento.

2. Anestesia

Il tuo anestesista le somministrerà l’anestetico. Possono utilizzare un anestetico generale o un anestetico locale con sedazione IV (endovenosa). Tu e il tuo chirurgo discuterete quale anestetico utilizzare durante la prima consultazione.

3. Incisioni

Il chirurgo pulirà e drapperà la pelle prima di eseguire le incisioni nelle aree discusse. Posizionino le incisioni nelle zone meno visibili in modo da creare un risultato esteticamente più gradevole. Ci sono tre aree in cui è possibile praticare un’incisione durante la procedura di ingrandimento del seno:
  1. Transascellare – sotto l’ascella.
  2. Periareolare – intorno all’areola.
  3. Inframammaria – sotto il seno, nella piega inframammaria.

4. Inserimento di protesi mammarie

Il chirurgo inserirà quindi la protesi mammaria nel seno. Possono posizionare l’impianto sopra il muscolo toracico (pectoralis major), sotto il muscolo toracico o come una combinazione di entrambi.

Impianto sottoghiandolare/sottomammario (sopra il muscolo toracico)

Le protesi mammarie posizionate sopra il muscolo toracico possono creare una forma del seno più definita poiché la protesi è più vicina alla superficie della pelle. Poiché la procedura è meno invasiva, potresti sentire meno dolore nei primi giorni dopo l’intervento chirurgico. Posizionare l’impianto sopra il muscolo porta a un minor movimento dell’impianto quando il muscolo toracico si muove o si flette.

Protesi sottopettorali (sotto il muscolo pettorale)

Le protesi mammarie posizionate sotto il muscolo toracico hanno meno probabilità di essere percepite o viste. Questo perché il muscolo fornisce un’eccellente imbottitura dei tessuti molli. Poiché questi impianti non si trovano direttamente sotto il tessuto mammario, è anche meno probabile che interferiscano con le mammografie. Questo posizionamento è tuttavia più invasivo e comporterebbe quindi un periodo di recupero più lungo.

Impianti a doppio piano (combinazione)

Un impianto dual plane (chiamato anche aumento dual plane o biplanare) combina le tecniche sottoghiandolare e sottopettorale. La parte superiore dell’impianto si trova sotto il muscolo. Ciò riduce il rischio di visibilità e increspature dell’impianto. La parte inferiore si trova direttamente a contatto con il tessuto mammario. Questo aiuta a creare un underboob più sinuoso. Il tuo chirurgo lavorerà con te per scegliere quale tecnica funzionerà meglio per te.

5. Chiusura delle incisioni

Il chirurgo chiuderà quindi l’incisione e vi applicherà una medicazione. Potresti avere dei drenaggi inseriti sotto la pelle per ridurre gonfiore e lividi. Gli scarichi vengono solitamente rimossi prima di essere dimessi a casa.

6. Ritorna in reparto

Infine, vieni riportato in reparto per riprenderti dall’anestesia. Dovresti essere in grado di tornare a casa lo stesso giorno o il giorno successivo. Una volta terminato l’intervento, i risultati saranno immediatamente visibili. Tuttavia, potrebbero essere necessarie fino a 8 settimane prima che il gonfiore e i lividi si calmino; dopodiché, sarai in grado di vedere il risultato estetico completo della procedura di ingrandimento del seno.

Quali sono le diverse protesi mammarie disponibili per una procedura di ingrandimento del seno?

Tutti i tipi di protesi mammarie hanno un sottile strato esterno costituito da silicone. Lo strato esterno delle protesi mammarie può avere una superficie liscia o strutturata. Gli impianti possono contenere soluzione salina, gel di silicone o gel di silicone altamente coesivo.

Salina

Gli impianti salini sono costituiti da un guscio esterno in silicone riempito con acqua salata sterile (soluzione salina). Il chirurgo inserirà il guscio di silicone vuoto nel seno, quindi lo gonfierà con acqua salata attraverso una piccola valvola. L’inserimento di protesi saline lascia una cicatrice più piccola rispetto alla chirurgia con protesi al silicone. Questo perché le protesi al silicone sono pre-riempite prima dell’intervento chirurgico. Le protesi saline sono spesso uno dei tipi di protesi mammarie meno popolari. Questo perché sono più inclini a rotture, deflazione e perdita di volume nel tempo. A causa della loro consistenza, possono anche sembrare e sentirsi meno naturali delle protesi a base di silicone.

Gel di silicone

Le protesi in gel di silicone sono costituite da un guscio esterno in silicone riempito con un morbido gel di silicone. L’inserimento di protesi in gel di silicone richiede al chirurgo di eseguire un’incisione più ampia. Questo perché, a differenza degli impianti salini, sono pre-riempiti prima dell’intervento chirurgico. Le protesi in gel di silicone hanno una consistenza più solida rispetto alle protesi saline, rendendole soggette a perdita di rughe e consentendo loro di sentirsi e apparire più naturali.

Gel di silicone altamente coesivo

Gli impianti in gel altamente coesivi sono costituiti da un guscio esterno in silicone contenente un gel di silicone molto più solido. Questa consistenza solida consente agli impianti di ottenere l’aspetto e la sensazione più naturali. Sono il tipo di impianto meno probabile che si rompa e, anche quando lo fanno, il contenuto non fuoriesce come accade con gli altri tipi di impianto. I chirurghi Avrupamed utilizzano solo impianti di altissima qualità, rigorosamente testati per qualità e sicurezza. La dimensione della tua protesi mammaria è misurata in centimetri cubici di volume (cc). Dopo aver scelto la dimensione della coppa desiderata, il chirurgo lavorerà con te per identificare la dimensione dell’impianto perfetta. Tuttavia, è importante tenere a mente che i volumi delle protesi mammarie non corrispondono necessariamente a una determinata dimensione della coppa del reggiseno. Puoi usare “The Rice Test” per avere un’idea di come saresti con diverse dimensioni di protesi mammarie.

Forme protesi mammarie

Le protesi mammarie possono avere una forma “tonda” o “a goccia”. Entrambe le forme possono aiutare a creare un seno pieno e naturale, ma la forma della protesi più adatta a te dipenderà da ciò che vorresti ottenere dall’allargamento del seno. Il tuo chirurgo lavorerà con te per trovare una forma dell’impianto che ti aiuterà a ottenere i migliori risultati estetici dal tuo intervento chirurgico.

Impianti rotondi

Le protesi rotonde aggiungono volume sia alla parte superiore che a quella inferiore del seno. Ciò consente loro di dare al seno un aspetto più “pieno”, rendendoli una buona scelta per i pazienti che desiderano aggiungere più volume al seno.

Impianti (anatomici) a goccia

Le protesi a goccia aggiungono più volume alla parte inferiore del seno rispetto alla parte superiore. Questo conferisce un aspetto più discreto che è più in linea con la forma naturale del seno. Questa è in genere un’opzione migliore per i pazienti che desiderano ottenere un ingrandimento del seno più naturale.
La tua consulenza

Cosa devo aspettarmi durante la mia consulenza per l’ingrandimento del seno?

La tua consulenza per l’ingrandimento del seno durerà generalmente da 15 minuti a 1 ora. Il chirurgo discuterà di quanto segue:
  • Perché vuoi avere un ingrandimento del seno
  • Le tue aspettative e i risultati desiderati dall’intervento chirurgico
  • Qualsiasi condizione medica o allergia attuale o passata che potresti avere
  • Procedure chirurgiche passate o in corso
  • Farmaci, vitamine o integratori a base di erbe che stai assumendo
  • Qualsiasi storia personale o familiare di cancro al seno
  • I risultati di eventuali mammografie o biopsie che hai avuto
  • Qualsiasi consumo di alcol, tabacco e droghe
Dopo che il chirurgo ha coperto la tua storia medica e i farmaci, esaminerà e misurerà il tuo seno. Ciò includerà la misurazione delle dimensioni del seno, della forma, della qualità della pelle e del posizionamento dei capezzoli e delle areole. Quindi scatteranno fotografie del tuo seno e discuteranno le tue opzioni per il trattamento. Quando consiglia un ciclo di trattamento, il chirurgo prenderà in considerazione:
  • La tua attuale taglia e forma del seno
  • La dimensione e la forma del seno che desideri
  • La qualità e la quantità del tessuto mammario e della pelle
  • Le tue condizioni mediche passate e presenti.
Per assicurarsi che tu sia informato, il tuo chirurgo parlerà anche di eventuali rischi o potenziali complicazioni derivanti dall’intervento chirurgico. È molto importante che tu abbia familiarità con questi prima di dare il consenso per il tuo intervento chirurgico.

Domande da porre durante la consultazione per l’ingrandimento del seno

Ci sono alcune domande importanti che dovresti porre al tuo chirurgo durante la tua consultazione per l’ingrandimento del seno:
  • Pensi che ciò che voglio ottenere dalla chirurgia sia realistico?
  • Come posso ottenere i migliori risultati?
  • Dove si troveranno le mie cicatrici?
  • Posso vedere le immagini di operazioni simili che hai eseguito?
Il tuo tempo di consultazione è la tua occasione per essere il più onesto e sincero possibile con il tuo chirurgo. È importante essere onesti su ciò che vorresti ottenere, in modo da poter esplorare se questo è possibile o meno. In Avrupamed, i nostri chirurghi vogliono aiutarti a ottenere i migliori risultati possibili.
Risks & complications

What are the main breast enlargement risks and complications?

Although a breast enlargement is an elective surgery, it does come with some risks and complications that you should be aware of. The breast enlargement risks and complications are as follows:

Bleeding & bruising

It is normal to have some mild bleeding and bruising after your surgery. In some cases however, the bleeding may be more severe. If this occurs, it usually happens shortly after surgery, but can occur a few weeks later. The breast will become very swollen and tight, and you may need to have further surgery to correct it. You may need to spend an extra night in hospital, but things should settle down in time. If treated promptly, it is unlikely to adversely affect the results of your surgery. 

Scarring

As a breast enlargement requires your surgeon to make incisions on the skin, scarring is unavoidable. In most cases however, the scars are mild and will fade over time.

Infection

Infection is a risk that comes with any surgery. If you develop a mild infection, such as a wound infection, your surgeon will give you antibiotics to treat it. It is however, important to flag up any signs of an infection, which can include:

  • A temperature over 38°C
  • Redness at the incision line that begins to spread away from the incision
  • Yellow pus-like or foul smelling fluid coming from the incision site or drains
  • Increasing pain or discomfort that is not relieved by your pain medicine.

If you notice any of these symptoms, you must notify your surgeon.

Numbness or altered sensations

One of the most common breast enlargement risks is the feeling of altered sensations in the breasts. Typically, patients feel either an increased or reduced sensitivity (numbness) around the scar, nipple or areola.
Both numbness and oversensitivity gradually settle down over time; but it can take several months before the skin sensation returns to normal. In some rare cases, the numbness or altered sensation can persist and may become permanent.

Tissue necrosis

During surgery, the blood supply to some areas of the nipple, skin, fat, or breast tissue may be lost. If this occurs, the area affected may die. This is called ‘necrosis’ and is a very rare complication of surgery. It is however, more likely to occur in smokers. If necrosis does occur, you will need further surgery to remove the dead tissue. This is one of the rarest breast enlargement risks. 

Capsular contracture

When your surgeon places any kind of implant (wether saline or silicone) in the body, the body’s natural response is to form a capsule of fibrous scar tissue around it. This scar tissue has a tendency to contract. In some cases, the contraction can lead to tightening and hardening of the capsule. As the capsule tightens, the implant and breast become abnormally firm, and sometimes hard and uncomfortable. Usually, this causes the implant to rise up, giving it a high and round appearance. The rest of the natural breast tissue hangs below the implant.
Capsular contracture is the most common long-term complication of a breast enlargement. It occurs less commonly with saline implants than with silicone implants. In most cases, your surgeon will recommend the surgical removal of the implant and fibrous capsule, with or without replacement of the implant. This procedure is called a capsulectomy and it aims to restore breast symmetry and relieve discomfort.

Seroma

A seroma is a pocket of fluid that commonly develops 7 to 10 days after surgery, usually around the incision line. The affected area of the breast may feel swollen or you may feel like there is fluid under the skin. The development of a seroma can increase your recovery time. Most seromas resolve on their own, but in some cases, a surgeon may need to drain the fluid.

Creasing and folds

After a breast enlargement, the implant may cause the outer surface of the skin to crease and fold. The risk of developing creasing and folds is very low. It does however, occur more commonly in thin patients with small breasts who choose to have saline implants.

Rupture

A rupture occurs when an implant splits open, leaking out its contents. If this occurs, the implant should be removed, and can be replaced if the patient wants it to be. It can be caused by damage to the implant, or as a result of mishandling of the implant before and during surgery. This is why it is crucial to choose an experienced surgeon that knows how to handle the implant appropriately.
Ruptures are more likely to occur with saline implants. They may be harder to detect in silicone implants, as the contents do not leak out as readily. If a silicone rupture goes undetected, it is called a ‘silent rupture’. The FDA (Food & Drug Administration) recommend patients with silicone implants to have regular MRI checks after their surgery to screen for silent ruptures.

Gravity effect

Over time, both natural breasts and breasts with implants begin to droop down. Larger sized implants will lead to a greater extent of drooping. The gravity effect can reduce the firmness of the breasts. It occurs due to a mix of: loss of elasticity, the effect of gravity and breast tissue volume loss (especially after pregnancy and breastfeeding). This can be corrected with a breast uplift.

Lateralisation

During your surgery, your surgeon will create an ‘implant pocket’ in which they will place the implant. This pocket can sometimes loosen, causing the breasts to move too far outwards towards the armpits. This leads to a reduction or loss in cleavage.
Lateralisation can occur when women with a small amount of natural breast tissue get very large implants put in. It is also more likely to occur when a surgeon places the implants above the muscle. If it does occur, you surgeon can correct it with further surgery.

Breast Implant Associated Anaplastic Large Cell Lymphoma (BIA-ALCL)

Breast Implant Associated Anaplastic Large Cell Lymphoma (BIA-ALCL) is a cancer of the lymph glands. Symptoms can include swelling of the breast, a mass, or fluid build-up around the implant. This is however, an extremely rare condition. Treatment involves surgical removal of the breast capsule and implant, and in some cases, chemotherapy. If you and your surgeon detect and treat BIA-ALCL early enough, treatment is curative.

Double-bubble

The placement of a breast implant can cause it to interfere with the natural fold at the bottom of the breast (the inframammary fold). A “double bubble” occurs when an implant drops down below this fold. Implants placed below the chest muscle (subpectoral implants), are at greater risk of developing this.

Bottoming-out

During your surgery, your surgeon will create an ‘implant pocket’ in which they will place the implant. This pocket can sometimes weaken. This reduces the tissue support at the bottom of the breasts, which then causes the implant to drop down, pulling the breast tissue down with it. This results in misshapen breasts where there is a fullness at the bottom of the breast, and a nipple that appears unnaturally high. Further surgery can restore the breasts to their former position.

Aesthetic

There is always a risk that you may be unhappy with the results of your breast enlargement. For example, you may be unhappy with the size, shape or symmetry of your breasts. We therefore advise you to choose your surgeon carefully, making sure he or she fully understands your expectations.
Your surgeon will discuss all the breast enlargement risks and complications with you during your consultation. It is important to choose a highly experienced surgeon. This reduces the chance of any breast enlargement risks and complications occurring.

Prepararsi per il trattamento

Come posso prepararmi per un ingrandimento del seno?

È importante che tu ti prepari bene per il tuo intervento chirurgico. Ti consigliamo i seguenti suggerimenti per la preparazione dell’ingrandimento del seno:

Guidare

Non sarai in grado di guidare subito dopo l’intervento chirurgico. Potrebbe essere necessario attendere da 5 giorni a 2 settimane prima di poter guidare. Per questo motivo, è essenziale che un familiare o un amico ti accompagni a casa dopo l’intervento. Medbelle può aiutarti anche con l’organizzazione del tuo viaggio! Poiché potresti avere ancora anestetici e antidolorifici che attraversano il tuo sistema, avrai bisogno della supervisione di un adulto per le prime 24 ore dopo l’intervento chirurgico.

Dormire e riposare

Potresti trovare più comodo dormire con un sostegno di sostegno dopo l’intervento chirurgico. Dovresti quindi assicurarti di avere molti cuscini extra. Riposa e dormi continuamente sulla schiena in posizione inclinata (angolo da 25 a 45 gradi) per i primi giorni postoperatori. Anche se dovresti riposarti molto dopo l’operazione, è importante non passare tutto il tempo a letto. Dovresti alzarti spesso e andare in giro. Questo aiuta a ridurre il rischio di sviluppare un coagulo di sangue, che è uno dei rischi di un intervento chirurgico.

Oggetti per la casa e faccende domestiche

È davvero utile mettere oggetti nell’armadio come tazze, stoviglie e articoli per alimenti sul bancone della cucina. Questo ti impedirà di mettere a dura prova i tuoi punti cercando le cose. Questo aiuterà il processo di guarigione. Devi anche pulire la casa e fare cose come il bucato o portare fuori i bidoni prima dell’operazione. È bello togliere di mezzo lavori del genere.

Acquisti

Non sarai in grado di sollevare la spesa pesante per un po’, quindi fai un grande negozio di alimentari prima del giorno dell’intervento. Potresti anche cucinare alcuni pasti per il congelatore, quindi non dovrai nemmeno preoccuparti di cucinare.

Bambini e animali domestici

Chiedi a familiari e amici di aiutare a prendersi cura dei bambini piccoli e degli animali domestici per la prima settimana circa fino a quando i punti non vengono rimossi.

Dieta

Dopo l’allargamento del seno, mangia cibi ad alto contenuto proteico e a basso contenuto di sodio, inclusi frutta e verdura fresca. Bevi molta acqua e bevande prive di caffeina. Evita cibi e bevande contenenti elevate quantità di sali e zuccheri durante il tuo tempo di recupero.

Abbigliamento

Scegli gli articoli che si aprono in primo piano nei primi giorni. Indossa scarpe senza lacci per non doverti piegare. Il tuo agente di cura ti dirà se devi portare un reggiseno di supporto il giorno dell’operazione.

Consigli chirurgici

I nostri chirurghi Avrupamed promuovono i seguenti consigli per ridurre il rischio di complicanze:
  • Il fumo, l’alcol, un indice di massa corporea elevato e qualsiasi forma di uso di droghe, sia medicinali che ricreative, possono aumentare il rischio di sviluppare complicazioni durante e dopo l’intervento chirurgico.
  • Al fine di ridurre il rischio, i nostri chirurghi consigliano vivamente ai pazienti di smettere di fumare e di utilizzare tutti i prodotti a base di nicotina almeno 6 settimane prima del trattamento. Il fumo aumenta fortemente il rischio di infezione e ritarda il processo di guarigione.
  • Vale anche la pena notare che diversi farmaci omeopatici disponibili da banco e assunti per il benessere generale possono influenzare negativamente l’esito della chirurgia estetica.
  • Tali farmaci includono: ma non sono limitati a quelli contenenti zenzero, ginkgo, aglio, olio di fegato di merluzzo, erba di San Giovanni, aspirina e diversi preparati multivitaminici.
  • Si consiglia pertanto di sospendere tutti i farmaci omeopatici 2 settimane prima dell’intervento di chirurgia estetica per ridurre il rischio di sanguinamento postoperatorio, lividi eccessivi ed ematomi.
La preparazione per l’allargamento del seno è anche essenziale per assicurarti di essere abbastanza in forma per l’intervento chirurgico.
Dopo cura

Cosa posso aspettarmi dopo un ingrossamento del seno?

Durante la tua consultazione, il tuo chirurgo ti darà istruzioni specifiche sul processo post-trattamento per l’allargamento del seno.

Appuntamento post-operatorio

Dopo l’allargamento del seno, di solito sarai in grado di tornare a casa lo stesso giorno o il giorno dopo. Prima di lasciare l’ospedale, entro due settimane verrà concordato un appuntamento post-operatorio. Durante questo appuntamento, il chirurgo esaminerà il seno, rimuoverà eventuali punti non solubili e affronterà eventuali complicazioni chirurgiche. Come parte del processo di assistenza post-trattamento per l’ingrandimento del seno, il chirurgo ti fornirà tempi e consigli specifici su cose come il tempo libero dal lavoro, lo sport e l’esercizio fisico, la guida, ecc. Questi intervalli di tempo possono variare notevolmente da chirurgo a chirurgo. È quindi importante seguire i consigli specifici che ti dà il tuo chirurgo, poiché sono specifici per la tua guarigione.

Permesso dal lavoro

Il tempo necessario per interrompere il lavoro dopo una procedura di ingrandimento del seno dipende dal tipo di lavoro che svolgi. Se il tuo lavoro include molta attività fisica, ad esempio fare la cameriera, potresti dover prendere almeno un’intera settimana di ferie. Se, tuttavia, non comporta molte attività, come un lavoro d’ufficio, potresti dover prendere solo da 4 a 5 giorni di pausa dal lavoro. In ogni caso, dovresti evitare anche i lavori leggeri per almeno 1 o 2 settimane.

Ritorno a sport e attività fisica

Anche se dovrai riposare dopo l’intervento, è importante non rimanere a letto tutto il giorno. Dovresti fare occasionali passeggiate leggere per prevenire il rischio di sviluppare coaguli di sangue nelle gambe. Sebbene sia consigliabile che tu sia mobile, i seguenti consigli per sport ed esercizio fisico sono:

Settimana 1 – 3

Nessun esercizio a tutti. Anche attività aerobiche minori possono portare ad un aumento del gonfiore e tempi di recupero più lunghi.

Settimana 3 – 6

Potresti iniziare a riprendere gli sport che non prevedono movimenti vigorosi, ad esempio il ciclismo.

Dopo la sesta settimana

6 settimane dopo l’intervento, dovresti essere in grado di riprendere tutti i tipi di esercizio.

Guidare

Non sarai in grado di guidare subito dopo l’intervento chirurgico. Dovrai quindi fare in modo che un familiare o un amico ti accompagni a casa dopo l’ingrandimento del seno.

Reggiseno post-operatorio

Dopo il trattamento, dovrai indossare un reggiseno post-operatorio per circa 2-5 settimane. La quantità di tempo per cui dovrai indossare questo reggiseno per il recupero dipende dai consigli del tuo chirurgo. Il reggiseno te durante il tuo recupero riducendo gonfiori, lividi e aiutandoti a raggiungere il miglior risultato possibile.

Cura delle cicatrici

Esistono diverse tecniche che il chirurgo può consigliare per aiutare la guarigione delle cicatrici dopo la correzione del capezzolo. Questi includono:
  1. Massaggio della cicatrice: puoi massaggiare delicatamente la cicatrice dopo che è completamente guarita e la crosta è completamente scomparsa da sola.
  2. Creme/gel/fogli in silicone: i prodotti a base di silicone possono aiutare a ridurre l’aspetto delle cicatrici. Il chirurgo può consigliare di utilizzare questi prodotti per 6-12 mesi. Assicurati di usarli solo dopo che la colla o il nastro adesivo sono stati rimossi e l’incisione è completamente guarita.
  3. Evita di esporre le tue cicatrici al sole o ai lettini. Dovresti usare una crema solare ad alto fattore per proteggere la pelle in via di guarigione ed evitare differenze di colore.
Il tuo chirurgo ti consiglierà in modo specifico su come prenderti cura delle tue cicatrici.

Risultati

Anche se vedrai una differenza immediata nel tuo seno dopo l’intervento chirurgico, potrebbero essere necessari da 2 a 9 mesi prima che tu sia in grado di apprezzare i risultati estetici completi dell’allargamento del seno. È importante tenere a mente che il tempo esatto di recupero varia da paziente a paziente. Questi tempi sono diversi per ogni paziente e ogni chirurgo dà consigli diversi. Pertanto, è importante seguire i consigli post-operatori forniti dal chirurgo.
Domande frequenti
È importante ricercare bene l’ingrandimento del seno prima di procedere con la procedura. Le domande frequenti più comuni sull’ingrandimento del seno includono quanto segue:

Quanto tempo ho per togliere il lavoro dopo un ingrossamento del seno?

Questo dipende dal tipo di lavoro che fai. Se il tuo lavoro include molta attività fisica potresti dover prendere almeno un’intera settimana di riposo. Se non comporta molte attività, potrebbe essere necessario prendere solo 4-5 giorni di ferie dal lavoro. In ogni caso, dovresti evitare anche i lavori leggeri per almeno 1 o 2 settimane.

L’ingrandimento del seno influirà sulla mia capacità di allattare?

Alcune donne hanno difficoltà ad allattare al seno a seguito di un ingrossamento del seno. Tuttavia, questo è raro e la maggior parte dei pazienti sarà ancora in grado di allattare al seno presumendo di poter allattare al seno prima dell’intervento chirurgico. Le incisioni fatte sotto il seno o sotto l’ascella possono prevenire danni ai dotti lattiferi, alle ghiandole o ai nervi. Gli impianti posizionati sotto il muscolo toracico hanno anche meno probabilità di danneggiare i dotti lattiferi e i nervi.

Quanto tempo dopo l’allattamento devo aspettare per avere un ingrandimento del seno?

Se stai allattando al seno, il tuo chirurgo potrebbe chiederti di interrompere l’allattamento almeno 3-6 mesi prima dell’intervento chirurgico. Ciò consente al seno di stabilizzarsi prima della procedura.

Quanto tempo dopo la gravidanza devo aspettare per avere un ingrandimento del seno?

Se hai avuto un bambino di recente, il tuo chirurgo potrebbe richiedere di attendere da 3 a 6 mesi prima di poter avere un ingrossamento del seno.

Come sono le protesi mammarie?

Le protesi mammarie sono progettate per imitare la sensazione del seno naturale. Le protesi in gel di silicone, in particolare il gel di silicone altamente coesivo, hanno una sensazione più naturale rispetto alle protesi saline.

Ho bisogno di un medico di riferimento per un ingrandimento del seno?

La maggior parte dei chirurghi estetici sarà felice di vederti per un consulto iniziale senza il rinvio del tuo medico di famiglia. Se hai intenzione di procedere con un intervento chirurgico, tuttavia, il tuo chirurgo può contattare il tuo medico di famiglia per i dettagli relativi alla tua storia medica.

È disponibile un ingrandimento del seno sul SSN?

Le procedure cosmetiche come l’allargamento del seno, di solito non sono disponibili sul NHS. Se, tuttavia, hai subito una lumpectomia o una mastectomia per il trattamento del cancro al seno, potresti essere idoneo per una ricostruzione del seno presso il NHS.

Qual ​​è l’effetto di droghe e alcol sull’ingrandimento del seno?

Fumare, bere grandi quantità di alcol e/o assumere droghe ricreative, aumenta il rischio di complicazioni durante e dopo l’intervento chirurgico. I nostri chirurghi Avrupamed BAAPS / BAPRAS raccomandano vivamente di smettere di fumare e di utilizzare tutti i prodotti a base di nicotina almeno sei settimane prima dell’operazione.

Avrò bisogno di ulteriori interventi chirurgici dopo l’ingrandimento del seno?

Potrebbe essere necessario un ulteriore intervento chirurgico per una serie di motivi. Nella maggior parte dei casi, è necessario in seguito allo sviluppo di una complicanza come la contrattura capsulare o la rottura dell’impianto. Alcuni pazienti scelgono anche di sottoporsi a un ulteriore intervento chirurgico per modificare la dimensione, la forma o il tipo di impianto.

Chi non è un candidato adatto per un ingrandimento del seno?

Un ingrossamento del seno potrebbe non essere adatto alle donne che:
  • Ha un’infezione attiva
  • Ha un cancro attivo o pre-cancro e non ha ricevuto un trattamento adeguato
  • Sei incinta o allatta
Un ingrossamento del seno può interferire con il trattamento dell’infezione o del cancro. Può anche compromettere la sicurezza del bambino durante la gravidanza.

Che effetto avrà l’aumento o la perdita di peso dopo l’ingrandimento del mio seno?

Una forte perdita di peso o aumento di peso può influenzare l’aspetto del tuo seno. Un drastico aumento di peso si tradurrà in un effetto dimensionale meno evidente degli impianti; mentre una drastica perdita di peso renderà il loro effetto più evidente. Tuttavia, l’effetto della perdita o dell’aumento di peso varia da individuo a individuo. Se hai altre domande che non sono state elencate in queste domande frequenti sull’ingrandimento del seno, chiamaci!