Skip links
ESTETICA DEL VISO

Chirurgia palpebrale (inferiore)

Sommario

Panoramica

Tempo di procedura

Da 60 a 90 minuti

Pernottamento

0 - 1 night

Anestetico

Generale o Locale

Tempo di procedura

3 - 6 settimane

La chirurgia palpebrale, nota anche come riduzione palpebrale o blefaroplastica, è una procedura che mira a rimuovere la pelle, il grasso e i muscoli in eccesso dalla palpebra. L’obiettivo finale è quello di migliorare le palpebre cadenti o le borse per gli occhi. Questa panoramica della chirurgia palpebrale ti informerà sulla procedura e su cosa comporta.

Cosa può ottenere la chirurgia delle palpebre?

L’area intorno ai nostri occhi è uno dei primi punti del viso a mostrare i segni dell’invecchiamento. Di conseguenza, potresti scoprire che la pelle qui diventa flaccida, rugosa e gonfia. Di conseguenza, nel tempo questo potrebbe lasciarti con un aspetto stanco permanente. Per alcuni, potresti scoprire che esiste una tendenza ereditaria a sviluppare cambiamenti intorno agli occhi, come borse per gli occhi, all’inizio della tua vita adulta. Se questo è qualcosa che ti colpisce, la chirurgia delle palpebre può aiutare a invertire questi cambiamenti intorno ai tuoi occhi. La procedura ha lo scopo di:
  • Riduci la pelle e il grasso in eccesso sulle palpebre superiori o inferiori
  • Migliora la tua vista se la pelle in eccesso sulla palpebra superiore lo impedisce
  • Dai ai tuoi occhi un aspetto più giovane e sveglio
  • Renditi meno consapevole dei cambiamenti legati all’età intorno agli occhi
  • Aumenta la tua autostima.
Tuttavia, la chirurgia delle palpebre non è in grado di risolvere tutti i problemi. Non può risolvere:
  • Rughe intorno agli occhi
  • Ombre scure sotto gli occhi
  • Pieghe della pelle che si estendono nella guancia (chiamate festoni).
Se trovi che stai lottando con uno dei precedenti, allora un lifting delle sopracciglia o un lifting potrebbe essere un’opzione più appropriata per te.

Candidati

Chi sono i migliori candidati per un intervento chirurgico alle palpebre?

La blefaroplastica, comunemente nota come chirurgia delle palpebre, è una procedura cosmetica popolare per uomini e donne. Gli occhi sono uno dei primi punti del viso a mostrare i segni del tempo. Con l’avanzare dell’età, la pelle intorno agli occhi può iniziare a perdere elasticità e i muscoli iniziano a rilassarsi. Questo rilassamento dei muscoli fa sì che il grasso intorno agli occhi diventi più prominente, quindi, facendo sembrare gli occhi gonfi. Questo può, quindi, creare l’aspetto delle borse per gli occhi. Alcune persone scoprono che questa insufficienza delle palpebre influisca sulla loro autostima e le faccia sentire infelici. Lo scopo della chirurgia palpebrale è quello di rimuovere questa pelle e grasso in eccesso facendo apparire gli occhi più giovani. Gli individui che soffrono di questi problemi possono essere candidati idonei alla chirurgia palpebrale.
Poiché lo scopo della chirurgia palpebrale è rimuovere la pelle e il grasso in eccesso dalle palpebre superiori e inferiori, i candidati idonei per la chirurgia palpebrale includono coloro che non sono soddisfatti di:

  • Qualsiasi pelle flaccida o rigonfia intorno alle palpebre.
  • La loro vista a causa della pelle in eccesso che cade sugli occhi.
  • Borse o gonfiore intorno agli occhi.

Prima di procedere con la procedura, è importante assicurarsi di:

  • Sentiti mentalmente ed emotivamente pronto per un intervento chirurgico.
  • Sei un individuo sano.
  • Non fumare o usare nicotina per almeno 6 settimane prima dell’intervento chirurgico.
  • Non avere gravi problemi agli occhi.

Il tuo chirurgo valuterà ed esaminerà completamente il tuo viso durante la tua consultazione. Ciò consentirà loro di decidere quale procedura soddisferà meglio il risultato desiderato.

Perché sottoporsi a un intervento chirurgico alle palpebre?

I primi segni di invecchiamento si verificano intorno agli occhi. Questi possono lasciare le palpebre superiori e inferiori gonfie, sciolte e possono creare un aspetto stanco permanente. Quindi, la chirurgia delle palpebre può risolvere questi problemi e può:

  • Stringi la pelle delle palpebre
  • Crea un aspetto più sveglio e giovanile
  • Migliora la tua autostima
  • Migliora la simmetria dei tuoi occhi.

Quale intervento chirurgico alle palpebre non risolverà

Sebbene la chirurgia palpebrale possa migliorare l’aspetto degli occhi, ci sono alcuni problemi che non può risolvere. È importante ricordare che questa procedura si concentra solo sulle palpebre superiori e inferiori. Pertanto, non è in grado di correggere quanto segue:

  • Le pieghe della pelle che si estendono sulle guance (dette festoni)
  • Rughe agli angoli degli occhi, note come “zampe di gallina”
  • Ombre scure sotto gli occhi
  • Rughe della fronte
  • Sopracciglia basse che cadono sugli occhi
  • Pelle flaccida in qualsiasi altra parte del viso.

Tuttavia, sebbene la chirurgia delle palpebre non risolva i problemi di cui sopra, ci sono procedure chirurgiche che possono! Molte persone combinano la chirurgia delle palpebre con altre procedure. Ad esempio, un lifting delle sopracciglia può indirizzare le sopracciglia basse o cadenti. Puoi anche fare un lifting del viso o del collo se non sei soddisfatto delle rughe nella parte medio-bassa del viso. Questi possono essere eseguiti contemporaneamente all’intervento chirurgico alle palpebre. È quindi fondamentale che tu chiarisca al tuo chirurgo quali problemi vorresti affrontare in modo che possa consigliarti la procedura più adatta per te.

Procedura

Come viene eseguita la chirurgia palpebrale?

Una procedura di chirurgia palpebrale richiede solitamente tra 60 e 120 minuti per essere completata. Di solito è fatto come un caso diurno, il che significa che sarai in grado di tornare a casa lo stesso giorno. Il chirurgo può eseguire l’intervento chirurgico utilizzando un anestetico generale o un anestetico locale con l’uso di sedazione. Una volta scelto il chirurgo, avrai un consulto con lui. Durante questa consultazione, il tuo chirurgo ti fornirà i dettagli sulla procedura. Discuteranno anche le tue aspettative dall’intervento chirurgico. Infine, ti daranno istruzioni su cosa mangiare, bere e quali farmaci assumere il giorno dell’intervento.

1. Consenso

O nella tua valutazione preoperatoria o il giorno dell’intervento dovrai firmare un modulo di consenso. Per poter firmare questo, dovrai essere pienamente informato su tutti gli aspetti della procedura di chirurgia palpebrale. Pertanto, il chirurgo e l’anestesista discuteranno con te dell’intervento chirurgico e dei potenziali rischi e complicazioni. È importante che tu faccia tutte le domande che potresti avere. Successivamente, il chirurgo esaminerà e disegnerà alcune linee sull’area da trattare. Discuterai anche i tuoi obiettivi per la chirurgia.

2. Anestesia

Il giorno dell’intervento, incontrerai il tuo anestesista e sarai portato in sala operatoria. Il tuo anestesista consegnerà quindi il tuo anestetico. Questo potrebbe essere un anestetico generale in cui vai a dormire e ti svegli dopo l’intervento chirurgico. Questo potrebbe farti sentire intontito per un paio d’ore dopo l’intervento, ma svanirà. In alternativa, può essere utilizzato un anestetico locale che intorpidisce l’area da trattare con un po’ di sedazione in modo da farti sentire rilassato.

3. Incisioni

Una volta addormentato, il chirurgo pulirà e drapperà l’area da trattare. Questo per garantire che l’area da trattare sia sterile e per ridurre il rischio di infezione. A seconda dei tuoi desideri, il tuo chirurgo correggerà le palpebre superiori o inferiori o entrambe. La posizione dell’incisione dipenderà da quale parte della palpebra non sei soddisfatto. Pertanto, il chirurgo può utilizzare due diverse incisioni in questa procedura. Ciò comporta l’esecuzione di un’incisione lungo la piega naturale della palpebra superiore. La cicatrice di questa tecnica sarà molto discreta e si troverà nella piega della palpebra. Questa tecnica prevede di praticare un’incisione sotto la linea delle ciglia inferiori. Questa è chiamata blefaroplastica transcutanea. In alternativa, il chirurgo può anche praticare una piccola incisione all’interno della palpebra inferiore. Questa tecnica rimuove i depositi di grasso solo dalla palpebra inferiore ed è nota come blefaroplastica transcongiuntivale. Da una di queste due incisioni, il chirurgo è in grado di:
  • Rimuovere o riposizionare il grasso in eccesso
  • Rimuove la pelle in eccesso
  • Stringere o rimuovere i muscoli flaccidi e flaccidi
Il sito dell’incisione può variare in base ai propri desideri personali e a ciò che si desidera ottenere dalla procedura di chirurgia palpebrale.

4. Chiusura delle incisioni

Dopo la procedura, il chirurgo applicherà steri-strisce o suture per sostenere la palpebra. Potrebbero darti dei cuscinetti per gli occhi da indossare dopo per aiutare a ridurre il gonfiore. Questi verranno mantenuti solo per un breve periodo di tempo, in genere un’ora.

5. Ritorna in reparto

Una volta completato l’intervento, tornerai in reparto. Dovrai rimanere lì per alcune ore o per tutta la notte. Questo per consentire agli effetti dell’anestetico di svanire, assicurandoti di tornare a casa al sicuro.
La tua consulenza

Cosa devo aspettarmi dal mio consulto di chirurgia palpebrale?

In primo luogo, incontrerai il tuo chirurgo. Questa consultazione iniziale dovrebbe durare da quindici minuti a un’ora. In questo incontro discuterai le tue aspettative, i tuoi obiettivi personali e l’operazione stessa. Inoltre, durante il consulto di chirurgia palpebrale, il chirurgo ti chiederà quanto segue:
  • Le tue condizioni mediche attuali e passate
  • Tutti i farmaci che stai attualmente assumendo (prescritti, da banco e rimedi erboristici)
  • Se hai allergie a qualsiasi farmaco
  • Quanto alcol bevi
  • Se fumi o usi droghe ricreative
  • Se soffri di qualsiasi condizione associata agli occhi
È importante condividere tutte le informazioni di cui sopra con il chirurgo poiché potrebbero influire sull’approccio adottato. Nella tua consulenza, dovresti anche essere il più onesto possibile riguardo alle tue aspettative e ai tuoi desideri. Più il tuo chirurgo conosce i tuoi desideri, più è probabile che ti diano il risultato che desideri. Dopo aver preso la tua storia medica, il tuo chirurgo esaminerà i tuoi occhi. Valuteranno quanta pelle e grasso in eccesso hai intorno alle palpebre. Useranno i risultati dell’esame per prendere una decisione sul miglior approccio chirurgico per te. Il tuo chirurgo scatterà anche foto riservate per le tue cartelle cliniche con il tuo permesso.

Quali domande dovresti porre durante il consulto di chirurgia palpebrale?

È importante utilizzare questa consultazione iniziale per porre qualsiasi domanda tu possa avere sulla procedura. Alcune domande che potresti porre al tuo chirurgo includono:
  • Pensate che ciò che mi aspetto di ottenere dalla chirurgia sia realistico?
  • Cosa posso fare per aiutare con il mio recupero? Quanto tempo ci vorrà per recuperare completamente?
  • Avrò delle cicatrici? Se sì, dove saranno le cicatrici?
  • Cosa posso fare per ottenere i migliori risultati?
  • Hai delle foto di interventi chirurgici alle palpebre che hai eseguito in passato?
  • Quanto tempo posso aspettarmi che durino i risultati?
Se ti vengono in mente altre domande, potrebbe essere una buona idea scriverle e portarle con te in modo da non dimenticarle. Tuttavia, non preoccuparti se ti vengono in mente altre domande dopo il tuo incontro iniziale. Avrai molte più opportunità per porre qualsiasi domanda tu possa avere.
Rischi e complicazioni

Quali sono i principali rischi e complicazioni della chirurgia palpebrale?

Tutti i tipi di procedure chirurgiche comportano la possibilità che si verifichino complicazioni. Pertanto, prima di decidere di procedere con un intervento chirurgico, dovresti informarti sui principali rischi della chirurgia palpebrale. I nostri chirurghi consigliano di trascorrere due settimane dopo la consultazione iniziale considerando questi rischi prima di decidere di sottoporsi al trattamento. Solo una volta che sei consapevole dei rischi puoi dare il tuo consenso pienamente informato. Sebbene le complicazioni derivanti dall’intervento chirurgico siano rare, c’è una piccola possibilità che possano verificarsi. I potenziali rischi e complicazioni includono:

Visione offuscata

La vista offuscata è comune dopo l’intervento chirurgico e può verificarsi a causa di occhi secchi e lacrimosi o gonfiore delle palpebre. Se ciò dovesse accadere, è spesso temporaneo e dovrebbe risolversi in circa un mese.

Doppia visione

Questa è una complicanza rara dopo la blefaroplastica. Questo accade quando i muscoli che muovono l’occhio sono feriti. In alternativa, può anche accadere quando il grasso che circonda il muscolo si sfregia. Questo è spesso temporaneo, ma c’è il rischio che diventi permanente. Se la doppia visione diventa permanente, potrebbe essere necessario un ulteriore intervento chirurgico per correggerla.

Perdita della vista

La perdita totale della vista dopo un intervento chirurgico alle palpebre è una complicanza molto rara. Può verificarsi quando c’è una grande quantità di sanguinamento intorno all’occhio che crea una pressione sufficiente per interrompere il flusso sanguigno o nervoso all’occhio. Ciò si presenterebbe con dolore intenso, visione doppia e improvviso rigonfiamento in avanti dell’occhio. Se si verificano questi sintomi, è fondamentale rivolgersi a un medico poiché potrebbe richiedere un ulteriore intervento chirurgico.

Cisti di sutura

Dopo l’intervento chirurgico, possono formarsi piccole protuberanze bianche (note come milia) lungo la linea di incisione. Questi di solito si risolvono entro un paio di settimane. Potresti anche sviluppare piccole sacche piene di liquido chiamate cisti. Anche questi possono risolversi da soli, ma se queste piccole cisti ti danno fastidio, il tuo chirurgo può rimuoverle con una procedura semplice e veloce.

Infezione

C’è il rischio che la tua ferita possa essere infettata dopo la procedura. Tuttavia, le infezioni sono spesso lievi e non molto gravi. Se sviluppi un’infezione, potresti notare i seguenti sintomi:
  1. Una temperatura superiore a 38° C
  2. Aumenta il rossore o il gonfiore intorno alla ferita
  3. Pus giallo e maleodorante che trasuda dalla ferita
  4. Un aumento del dolore e del disagio, che i tuoi antidolorifici non possono controllare.
La maggior parte delle infezioni sono lievi e si risolvono dopo un breve ciclo di antibiotici. Si tratta tuttavia di curare rapidamente le infezioni poiché possono diffondersi e diventare più gravi.

Cicatrici

Poiché il chirurgo deve praticare un’incisione durante la blefaroplastica, la procedura lascerà sempre una cicatrice. Le cicatrici, tuttavia, tendono ad essere minime e ben nascoste. L’estensione della cicatrice dipenderà dalla tecnica utilizzata dal chirurgo e dalla capacità della pelle di guarire. Alcuni pazienti sperimentano alcune forme più gravi di cicatrici come cicatrici ipertrofiche o cheloidi. È importante informare il chirurgo se in passato hai avuto uno di questi tipi di cicatrici.

Sanguinamento

Il sanguinamento durante la procedura può causare lividi intorno all’occhio. Raramente, può esserci una grande quantità di sanguinamento che può influire sulla vista. Ciò richiederebbe cure mediche immediate e potrebbe richiedere un’altra operazione.

Rimozione di troppa pelle

A volte il chirurgo può rimuovere troppa pelle durante l’operazione. Ciò può comportare:
  1. Lagoftalmo: l’incapacità di chiudere completamente gli occhi.
  2. Ectropion: la palpebra inferiore che si allontana dall’occhio e si gira verso l’esterno.
  3. Retrazione palpebrale: la palpebra inferiore viene abbassata.

Estetica

C’è sempre il rischio che tu sia insoddisfatto del risultato finale dell’intervento chirurgico e dell’aspetto delle tue palpebre. Pertanto, consigliamo a tutti i pazienti di scegliere il proprio chirurgo con molta attenzione. Essere onesti su tutte le tue aspettative e desideri dalla chirurgia ti aiuterà a raggiungere i risultati che desideri.

Complicazioni chirurgiche generali

Tutti i diversi tipi di procedure chirurgiche comportano alcuni rischi generali comuni. Tutti coloro che sono coinvolti nelle tue cure faranno tutto il possibile per ridurre il rischio che uno di questi si verifichi. Questi rischi generali possono includere:
  • Nausea e vomito
  • Reazione al tuo anestetico
  • Coaguli di sangue nelle gambe e nei polmoni
  • Dolore post-operatorio.
Se hai subito un’operazione in passato e sei stato colpito da uno dei precedenti, è fondamentale che tu lo dica al tuo chirurgo. In questo modo possono adottare misure aggiuntive per evitare che si ripetano. Seguire attentamente i consigli post-terapia del chirurgo aiuterà anche a ridurre la possibilità che si verifichino rischi e complicazioni di chirurgia palpebrale.
Prepararsi per il trattamento

Come posso prepararmi per un intervento chirurgico alle palpebre?

Prima di sottoporti all’intervento chirurgico, ci sono alcune cose che puoi preparare a casa. Una buona preparazione ti consentirà di riprenderti più facilmente una volta tornato a casa dopo la procedura. Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti per la preparazione alla chirurgia palpebrale che i nostri pazienti hanno trovato utili.

Pulizia

Alcune persone trovano utile pulire la casa, tirare fuori i cestini e fare il bucato prima di entrare in ospedale. Ciò garantisce che il tuo tempo di recupero possa essere rilassante senza dover fare i lavori domestici.

Acquisti

Per permetterti di riposare dopo l’intervento chirurgico alle palpebre, potrebbe essere una buona idea fare un negozio di alimentari prima dell’operazione. Puoi anche cuocere in batch del cibo per il congelatore, così non devi preoccuparti di cucinare!

Bambini e animali domestici

Per aiutare nella tua guarigione, potresti trovare utile chiedere a familiari e amici di prendersi cura dei bambini piccoli e degli animali domestici per i primi giorni. Ciò ti consentirà di ottenere tutto il resto di cui hai bisogno dopo aver eseguito la procedura.

Guidare

Non sarai in grado di guidare dopo l’intervento chirurgico alle palpebre. Ciò è dovuto agli agenti anestetici che utilizzano nella procedura. È quindi importante organizzare il trasporto che ti riporti a casa dall’ospedale. Inoltre, non sarai in grado di guidare fino a quando la tua vista non tornerà alla normalità, quindi potrebbe essere utile pianificare le tue attività quotidiane in base a questo e organizzare l’aiuto se necessario.

Mangiare e bere

Per aiutare il tuo recupero e mantenere i tuoi risultati, dovresti seguire una dieta sana. Cerca di mangiare cibi ricchi di proteine ​​e poveri di sodio e grassi. Questo dovrebbe includere molta frutta e verdura. Cerca di bere molta acqua e stai lontano dalle bevande contenenti caffeina.

Usura degli occhi dopo l’intervento chirurgico

Dopo l’intervento chirurgico, non potrai indossare le lenti a contatto per un po’. Pertanto, dovresti assicurarti di avere un paio di occhiali con la tua prescrizione se ne hai bisogno dopo la procedura. Inoltre, il chirurgo ti consiglierà di indossare occhiali da sole per alcuni giorni dopo la procedura. Questo serve per proteggere gli occhi da vento, pioggia e sole. Indossare occhiali da sole nasconderà anche convenientemente il gonfiore e i lividi che si verificano dopo l’intervento chirurgico.

Dormire

Dopo l’intervento chirurgico, alcune persone trovano più comodo dormire con qualche cuscino in più rispetto al normale. Pertanto, potrebbe essere utile preparare dei cuscini extra per questo. Può anche essere utile dormire in una posizione leggermente inclinata, sulla schiena. Ciò ridurrà il gonfiore che potrebbe verificarsi dopo l’operazione e proteggerà gli occhi da eventuali danni. Il tuo chirurgo ti consiglierà in modo specifico sul modo migliore per dormire dopo l’intervento chirurgico alle palpebre. Seguire questi suggerimenti per la preparazione della chirurgia palpebrale può aiutarti a sentirti più pronto per l’intervento chirurgico e ti consentirà di avere il rilassante tempo di recupero che meriti!
Dopo cura

Cosa posso aspettarmi dopo un intervento chirurgico alle palpebre?

Conoscendo un po’ le cure successive alla chirurgia delle palpebre, potresti sentirti un po’ più a tuo agio prima di iniziare la procedura. Durante la tua consultazione con il tuo chirurgo, ti informeranno sul processo di assistenza post-operatoria della palpebra. Ciò includerà informazioni su quando potrai tornare a guidare, al lavoro e ad allenarti. Il tuo chirurgo spesso esegue l’intervento chirurgico come un caso diurno, il che significa che potrai tornare a casa lo stesso giorno. Prima di lasciare l’ospedale, ti verrà dato un appuntamento per una o due settimane con il tuo chirurgo. In questo appuntamento, il chirurgo controllerà i risultati dell’intervento chirurgico, rimuoverà eventuali punti di sutura e discuterà eventuali fasi successive della cura.

Come mi sentirò dopo l’intervento chirurgico?

Come ti sentirai dopo l’intervento chirurgico dipenderà dall’agente anestetico utilizzato durante l’intervento. Se usano un anestetico generale, ti sveglierai lentamente e all’inizio ti sentirai un po’ intontito. Potresti scoprire che i farmaci che usano durante l’operazione possono influenzare la tua concentrazione e memoria per i primi due giorni. Ma questo si risolverà nel tempo. Se hai un anestetico locale, l’area da trattare potrebbe sentirsi un po’ insensibile per alcune ore. Inoltre, quando il farmaco inizia a svanire, potresti avvertire sensazioni di formicolio o bruciore intorno agli occhi. Se questo è scomodo, puoi chiedere degli antidolorifici.

C’è qualcosa che devo fare nelle prime 24 ore?

È importante che tu abbia la supervisione di un adulto nelle prime 24 ore dopo l’intervento. Potresti avere le vertigini o avere problemi alla vista subito dopo l’intervento chirurgico ed è importante che tu abbia supporto in questo caso. Ti consigliamo di chiedere a qualcuno di rimanere con te dopo la procedura.

Tornare al lavoro

Dopo l’intervento chirurgico alle palpebre, dovrai prenderti circa una settimana di riposo dal lavoro. La maggior parte delle persone torna al lavoro in sette-dieci giorni dopo l’intervento chirurgico. Se la tua occupazione prevede la guida, è importante che tu non torni prima che la tua vista sia tornata alla normalità.

Guidare

Non sarai in grado di guidare da solo a casa dopo l’intervento chirurgico. Ciò è dovuto al fatto che i tuoi occhi sono leggermente gonfi a causa della procedura e i farmaci utilizzati possono offuscare il tuo giudizio. Devi quindi chiedere a un amico o un familiare di venirti a prendere in ospedale. Il chirurgo di solito ti consiglierà di non guidare fino a quando la tua vista non sarà completamente tornata alla normalità e il gonfiore intorno agli occhi non sarà diminuito.

Tornare all’esercizio

È importante non fare esercizio fisico intenso nella prima settimana dopo l’intervento. Questo perché l’attività aerobica può aumentare il gonfiore intorno al sito di trattamento. Dovresti anche evitare di nuotare per la prima settimana.

Cura dell’area da trattare

Sentirai dolore e disagio intorno agli occhi dopo l’intervento chirurgico alle palpebre. Avrai anche un po’ di gonfiore e lividi in quest’area. Tutto questo dovrebbe risolversi entro pochi giorni. Gli antidolorifici da banco come il paracetamolo possono aiutare con il dolore. Potresti anche scoprire che i tuoi occhi sono sensibili, difficili da chiudere o lacrimano dopo l’intervento chirurgico. Questo dovrebbe stabilizzarsi entro poche settimane. Per favorire il recupero, è essenziale pulire la zona degli occhi con acqua pulita. Il chirurgo può anche consigliare alcuni unguenti o colliri da usare.

Quali altri punti dovrei considerare?

Dovresti evitare di strofinare gli occhi dopo la procedura in quanto ciò potrebbe interrompere i punti sulle palpebre. È importante tenere a mente che non potrai indossare le lenti a contatto per un paio di settimane dopo l’intervento chirurgico, quindi dovresti procurarti degli occhiali da vista da indossare durante questo periodo.

I risultati finali

Sebbene tu possa vedere immediatamente gli effetti della chirurgia palpebrale, potrebbero essere necessarie fino a 6 settimane per apprezzare il risultato estetico completo. Poiché le incisioni vengono praticate nelle pieghe naturali dell’occhio, le cicatrici sono spesso molto deboli dopo la blefaroplastica. Una volta che le tue cicatrici guariscono, i tuoi occhi avranno un aspetto più giovane e sveglio. È fondamentale seguire i consigli post-operatori della chirurgia palpebrale del chirurgo in modo da poter ottenere i migliori risultati possibili.
Domande frequenti

Quali sono alcune domande frequenti sulla chirurgia delle palpebre?

Abbiamo creato un elenco di domande frequenti sulla chirurgia palpebrale comuni che possono aiutare a rispondere ad alcune delle tue domande. Se hai altre domande che non sono elencate di seguito, puoi chiedere al tuo chirurgo durante la tua consultazione o contattare uno dei nostri consulenti per la cura del paziente.

Posso truccarmi dopo un intervento chirurgico alle palpebre?

La maggior parte dei chirurghi consiglia di non truccarsi fino a quando le palpebre non sono completamente guarite dopo l’intervento chirurgico. Generalmente, questo sarà di circa 6 settimane. Il tuo chirurgo ti darà consigli specifici su quando puoi riprendere a truccarti.

Devo indossare qualcosa sugli occhi?

Ti consigliamo di indossare occhiali scuri per la prima settimana dopo la procedura. Questo ti aiuterà a proteggere i tuoi occhi dal sole e dal vento e ti impedirà anche di toccarti gli occhi. Gli occhiali scuri sono anche un buon modo per mantenere la tua procedura discreta se non desideri discuterne. Nasconderanno anche i lividi e il gonfiore delle palpebre!

Il SSN pagherà per la mia operazione alle palpebre?

Poiché la blefaroplastica è generalmente considerata una procedura cosmetica, non si qualifica per il finanziamento del SSN. Tuttavia, se il motivo per cui desideri l’intervento chirurgico è dovuto all’eccesso di pelle sulle palpebre, che sta compromettendo la tua vista. Potresti voler parlare con il tuo medico di famiglia per vedere se questo potrebbe qualificarti per il finanziamento del NHS.

Ho bisogno di un medico di riferimento per la chirurgia estetica?

Tutti i chirurghi di Avrupamed ti vedranno per un consulto iniziale senza il rinvio del tuo medico di famiglia. Se poi prevedi di continuare con l’intervento chirurgico, il tuo chirurgo ti chiederà il permesso di contattare il tuo medico di famiglia in modo che possano ottenere la tua cartella clinica.

Che effetto ha il fumo sull’intervento chirurgico?

Il fumo può aumentare notevolmente il rischio di complicanze che si verificano dopo l’intervento chirurgico. Pertanto, la maggior parte dei chirurghi consiglia di non fumare e di non assumere nicotina per almeno 6 settimane prima e dopo la procedura. Inoltre, alcuni farmaci e rimedi erboristici possono influenzare il modo in cui il tuo corpo guarisce. Questo è il motivo per cui è importante comunicare al chirurgo l’elenco completo dei farmaci e dei farmaci che assume.